Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni Clicca qui

Ricostruzione consumi gas

(Delibera 12 dicembre 2013 - 572/2013/R/gas)
Con deliberazione n. 572/2013 l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha messo a punto nuove disposizioni inerenti la ricostruzione dei consumi a seguito di accertato malfunzionamento del contatore, con riferimento alle forniture gas naturale servite in bassa pressione. Con il nuovo sistema di ricostruzione dei consumi in caso di guasto contatore, l'Autorità ha voluto distinguere due metodi diversi, a seconda se sia o meno determinabile l'errore del contatore in fase di verifica.

  • “Metodologia A”, applicabile quando l'errore è determinabile in forma %, e fissa i criteri per poter quantificare l'errore. Nei casi in cui la data di inizio del periodo di riferimento sia antecedente al 1° ottobre 2012, si considerano validi i profili di prelievo convenzionali associati al punto di riconsegna nell’anno termico 2012-2013 anche per gli anni termici precedenti.
  • “Metodologia B”, applicabile nel caso in cui l’errore del misuratore non risulta determinabile nell’ambito della verifica. Con riferimento alla “Metodologia B”, per i casi in cui la data inizio di riferimento per la ricostruzione sia antecedente al 1° ottobre 2012, l’impresa distributrice, per il periodo antecedente a tale data, determina il volume di ricalcolo avvalendosi del parametro prelievo annuo e del profilo di prelievo standard associato al punto di riconsegna, ai sensi della deliberazione n.17/2007.

Il periodo di Ricostruzione non potrà superare i 5 anni.
Per dettagli tecnici o approfondimenti sulle modalità di calcolo, collegarsi al sito dell'Autorità.
Tali modalità operative saranno attuate da Sei in maniera armonizzata alla regolamentazione della legge di Bilancio 2018 in materia di fatturazione